lunedì 23 maggio 2011

Panino tra le margherite



E' sempre così, quando cominci poi ti vengono tante idee che devi metterle subito in pratica. Ecco perchè mi son data ai panini :-)
E dopo l'inverno, appena cominciano le belle giornate, che c'è di meglio che un bel picnic in campagna con dei bei panini gustosi??? :-)
Quando ho mangiato il mio 1° panino ho pensato che uno più buono non lo avrei potuto fare. Poi ho fatto il 3° e ho pensato che era ancora meglio. Poi ho fatto il 4° e sono andata in estasi :-)
Dello stesso panino ne ho fatto 2 versioni, una con lardo di colonnata e questo proprio mi è piaciuto davvero troppo e l'altro, con un patè di fegatini di pollo al tartufo e questo non mi è piaciuto ma proprio perchè ho capito che non mi piace il tartufo
INGREDIENTIPane a lievitazione
lardo di colonnata
zucchine
filetto
pepe verde
rosmarino
cipolla
miele
limone

Per prima cosa tagliare una fetta di filetto piuttosto spessa, al coltello formando un ragù grossolano.
Marinarlo con olio-limone-sale-pepe in salamoia e rosmarino per almeno un paio di ore.

Affettare la cipolla e metterla in una padella a caramellare con il miele, aggiungendo un pizzico di sale e pepe.



 
 
 
 
 
 
 
 
Affettare le zucchine e grigliarle. Condirle con olio-acete e origano.
A questo punto comporre il panino: mettere il lardo di colonnata in entrambe le fette di ane e passarlo sotto il grill, aggiungere le fette di zucchina, la carne marinata e finire con la cipolla caramellata.
 
 
Ec eccoloooooo
 
 
 



questo mi è piaciuto davvero tanto, la carne fresca marinata con i grani di pepe verde in salamoia, la cipolla carammellata con quel gusto deciso del lardo fuso al grill


Questo, invece, la versione tatufata
 
INGREDIENTI
Pane "ri casa" di Casteluono
patè di fegatini di pollo al tartufi
zucchine grigliate condite
tartara di filetto marinata al pepe verde
cipolla caramellata al miele
 
Tutto come sopra, ma anzicchè mettere il lardo nelle fette di pane, spalmare il patè
 
 
Ed eccolo
 
 
Questo, a dire il vero, non mi è piaciuto ma vi spiego perchè :-). Non ho mai assaggiato il tartufo, ma avevo il sospetto che non mi piacesse. Poi l'altro giorno, in un supermercato ho trovato delle bottigliette spray di essenze (ma dove siamo arrivati) tra cui quella al tartufo non ho resistito e l'ho provato......cavolo per poco stavo male. Comunque ho subito pensato a quale porcheria di prodotto mi ero imbattuta. poi, mi hanno regalato questo patè e ho pensato di usarlo in questo panino e, profittando di mia sorella Patrizia, buon gustaia, una cuoca eccellente e un'amante del tartufo, ho fatto mangiare il panino per capire se il sapore del tartufo era quello reale e se a lei piaceva a lei è piaciuto tanto proprio perchè ama il tartufo, quindi, da qui ho capito che sono io che proprio non so apprezzare questo raffinato ed al quanto prezioso alimento. 

Con questi panini, partecipo al calendario culinario per il mese di giugno