mercoledì 20 ottobre 2010

Pasta "chi vrocculi 'ntianu" di mamma

Ossia: con broccoli in tegame :-) Da non confondersi con la " pasta chi vrocculi arriminata" più famosa, tipica del palermitano ;-)


a parte le ricette, vi faccio masticare pure un pò di siciliano   
E visto che è iniziata la stagione dei broccoli vi faccio conoscere questa ricetta  che è uno dei piatti forti di mia madre, di quelli che pure che li fai, pari passo, come lei, non ti viene mai buona come la sua lei dice che ci mette l'amore ma perchè io no??!!!!  
Questa pasta, per venire proprio buona buona, si dovrebbe fare con il sugo della carne di maiale (quella con pittinicchi, cotenne e robine varie ) ma per farla veloce, io l'ho fatta con il sugo dove ho cucinato la salsiccia

INGREDIENTI
sugo di carne di maiale (io l'ho fatto con "estratto di pomodoro", salsa di pomodoro e salsiccia)
broccolo
passolina e pinoli
bucatini grossi
parmigiano
cipolla scalogna

Preparare il sugo. Io ho soffritto la cipolla e ho messo l'stratto di pomodoro, l'ho fatto soffriggere un pò e l'ho allungato con l'acqua e poi ho aggiunto la salsa e la salsiccia, fino a farla cucinare. Nel frattempo bollire il broccoli tagliato

 



In una padella far soffriggere la cipolla abbondante tagliata grossolanamente e aggiungere i pinoli e la passolina (tenuta in acqua calda) Scolare il broccolo al dente (tenere l'acqua di cottura da parte) e metterlo in padella e farlo cucinare ancora, schiacciandolo

 



Nell'acqua dove abbiamo cotto il broccolo, facciamo cucinare i bucatini. Scoliamoli al dente (conservare un pò di brodo) e aggiungere abbondante sugo (non tutto però ) e il parmigiano grattugiato.




Ora componiamo la nostra pasta nel "tiano" nel tegame
Mettiamo un primo strato di bucatini e copriamo con i broccoli e un pò di sugo, altro strato di pasta altri broccoli e altro sugo e di nuovo

 








Finire con i broccoli e il sugo e aggiungere, se volete, un pò di brodo che avete messo da parte
A questo punto, accendiamo il fuoco e facciamo cucinare fino a che non si vede un pò il bollore alla superfice.
Si deve creare una piccola crosticina (non bruciatura ) sul fondo del tegame
Ed ecco pronta la "pasta 'ntianu"



Troppo buona, non come quella di mia mamma ma buona

e qui la mia produzione, la metto nelle vaschette, la congelo e poi la esco dal congelatore la mattina per Tommaso



E la cosa bella è che con un piatto, hai pure il secondo per la cena

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!!