venerdì 12 novembre 2010

Degustazione olio novello



Lo so, solitamente quando si parla di degustazione novello si parla di vini, ma essendo cresciuta in una famiglia in cui il "capo" è astemio, per me, il novello per eccellenza è l'olio :-)
E dopo la raccolta delle olive, c'è, ovviamente, la ressa ai frantoi, quei pochi rimasti che estrapolano ancora l'olio con la spemituta a freddo, metodo migliore per gustare al meglio l'olio ;-). Dopo questa fase, la mia preferita :-)  quella  che è la prosecuzione del rito :-), appunto la degustazione dell'olio appena macinato, ma è davvero un momento importante, praticamente si va alla ricerca del panificio dove fanno la migliore "moffoletta o vastedda", la si ordina, perchè la richiesta è davvero tanta e si procede al rito: la preparazione della boccia con l'olio fresco di frantoio, la preparazione del formaggio e poi, il momento magico dell'apertura della moffoletta ancora fumante, la sua "consata" e, d'obbligo, la degustazione, prima visiva, l'olio deve avere un bel colore verde intenso e opaco perchè non ha ancora depositato le impurità,  olfattiva, perchè deve avere un ben odore proprio di olive appena spremute e per ultimo gustativa :-): il suo sapore deve essere intenso e anche un pò piccante, solo in questo momento dell'anno si avranno queste sensazioni tutte in un solo morso :-)

E adesso vi faccio vedere la mia degustazione, ma visto che le "moffolette" all'antica, aimè, non li sa fare più nssuno me li sono fatta io, perchè la ricetta di Smog, i saltimbocca, devo dire che si avvicinano molto a quelli che un tempo si facevano, belli gonfi e vuoti dentro ;-)

Ed ecco qui, la tavola molto "rustica" :-) il cui protagolista principale è "L'OLIO" poi seguono i "muffuletti" e il formaggio (i più raffinati , oggi, usano il parmiggiano, ma il vero formaggio da abbinare all'olio novello e sicuramente a "'ncannistrata" un formaggio molto stagionato e piccante, ma a me piace metterci la ricotta salata ) Questi erano gli ingredienti base della cena dei nostri nonni a tempo di raccolta olive  ma oggi ci abbiniamo le alici marinate, le sarde salate, "alivi scacciati" , i pomodori secchi...e quanto altro ;-)


 



 

Ovviamente, questo non si fa solo un giorno, nooo , perchè visto che ci sono diversi appezzamenti di terreno in cui si coltivano le olive, quindi diverse tipologie di olive (c'è la "calamignara", la "nuciddara", la "bianculidda", la "ugghialora" ecc) ci sono anche diverse tipologie di olii, quindi bisogna assaggiarli tutti, no??!! :-) Poi, dipende molto anche dall'annata, se ha piovuto o meno ;-)
Io amo l'olio novello che "pizzica" un pò
...mi sono lasciata prendere un pò troppo la mano, vero?? :-) Vabbè, ma l'argomento è interessante :-)
Grazie per l'attenzione e spero di non avervi annoiato troppo
Alla prossima raccolta ;-)

2 commenti:

  1. Ma quale noia! io adoro olive e derivati queste immagini mi fanno venire un appetito...
    Bravissima come sempre!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti!!