giovedì 17 luglio 2014

Zatterino variegato all'amarena per festeggiare una grande soddisfazione!!


Come mai non c'è la foto di una ricetta sopra ma la mia???
Tutto cominciò 2 anni fa, quando, per caso, non so neanche come, venni a conoscenza di un contest organizzato dalla Fabbri: preparare delle ricette dolci o salate con le amarene per avere la possibilità di vincere un Kenwood Chef....wuauu, pensai, è il mio sogno avere questo robot ma come faccio che a me manco piacciono le amarene...pensai!! 
Allora comprai il primo vasetto della mia vita, ebbi pure difficoltà a trovarlo, dovetti fare 25 km e pensai.... vabbè faccio un paio di ricette e poi quelle che mi rimangono...bohh, andranno perse!!
E invece...e invece?? Cominciai a fare la prima ricetta e con mia grande sorpresa....wuauuu quant'era buona...sarà un colpo di c.... ops di fortuna :-), spe che ne provo un altra... thooo, buonissima anche quella e poi un altra...insomma, facendola breve, feci circa 8 ricette dolci, ma una più buona dell'altra, ma veramente e una salata, tant'è che dovetti comprare altri barattolini, anzi, la Fabbri fu così generosa che vedendo la mia difficoltà a reperirli, me ne inviò un vasetto in omaggio e io continuai a produrre :-).
Speravo di vincere ma non osavo crederci più di tanto e poi....la telefonata che già voi conoscete e da li ad avere in casa il mio bel Kenwood fu davvero questioni di settimane :-).
Ma il mio amore per le amarene Fabbri non finì lì.....in effetti quando scopri che per 44 anni sei stata così stupida da non mangiare una cosa così buona poi devi recuperare.... e allora continuai fino a che la Fabbri mi chiese di diventare una loro foodblogger mandandomi dei campioni da provare e recensire: nulla di più facile e gradevole :-).
Ma poi la svolta, mi chiesero di provare un prodotto e io me ne innamorai così tanto da sbizzarrirmi (ma di questo ve ne parlerò dopo :-)) e alla fine.... alla fine con mia grande grandissima gioia, orgoglio e tutto, mi hanno proposto di diventare la loro foodblogger ufficiale (cliccare)... io...nessuno, con il mio blogghino (di cui, però, vado immensamente fiera :-)) da donna, mamma, moglie molto umile ma con una grande passione, la cucina, io, tra delle grandi foodblogger come  SIGRID VERBERT del famosissimo blog Il caloletto di Bruxelle o CHIARA MACI del  blog Sorelle in pentola presente in più di una trasmissione culinaria....e le altre...insomma, non vi nego che ho fatto salti di gioia quando mi fu proposto e qualche brividino mi è venuto quando mi son vista io, piccolina :-),  tra le altre grandi, insomma, una gran bella soddisfazione: grazie di cuore FABBRI, grazie di cuore, Camilla, grazie di cuore Nina, grazie per avere riposto in me tale fiducia, spero di regalarvi e regalare sempre ricette ghiotte come i vostri prodotti!! :-)
E proprio per festeggiare l'evento, ecco una golosissima e freschissima ricetta. tutta per voi!!!


INGREDIENTI
Pasta frolla (io ho usato questa ricetta ma voi potete usarne anche altre)
sciroppo Fabbri all'amarena
amarene Fabbri

Per preparare il gelato Fabbri basta aggiungere del latte alla polvere e montare con le fruste. Poi versare dello sciroppo di amarene nel gelato e mescolare ma delicatamente in modo che non si amalgami del tutto ma rimanga variegato.
Prendere dei coppapasta e inserire il gelato, livellare bene e mettere in congelatore.
Preparare la frolla, copparla leggermente più grande dei dischi che avete usato per il gelato e cuocere.
Mettere al centro del disco di frolla, quello di gelato, coprire con un altro, mettere ai bordi le amarene tagliate a metà e rimettere in congelatore.
Ora non vi resta che farlo riposare un giorno e poi gustarlo....davvero divino!!!






Trovo che questo prodotto per preparare i gelati sia davvero utile: lo tieni in casa e quando hai voglia, basta aggiungere il latte e anche altri ingredienti, per avere svariati gusti. E' un gelato molto pannoso, simile proprio a quello dei cornetti o, appunto, zatterini. Davvero utile da tenere sempre in dispensa!!


Grazie ancora e ....alla prossima!!!

lunedì 14 luglio 2014

Torta Dotty, dottoressa Peluche



Buon lunedì!!
Sono stata un pò assente perchè ho avuto 2 settimane di fuoco sotto il profilo culinario :-), una torta e il compleanno della mia principessa.....full immersion nell pasta di zucchero, praticamente, io penso che il diabete mi verrà per inalazione :-).
Comunque, voglio cominciare con il farvi vedere la torta che mi ha fatto impazzire, praticamente modelling puro, 5 personaggi di un cartone che le mie principesse, soprattutto la piccolina, adorano, quindi, diciamo che ero preparata :-), ho pure la valigetta del pronto soccorso di Dotty, la conoscete la dott. Dotty?? :-) Praticamente è una bambina con la passione della medicina che con la sua valigetta piena di attrezzi cura tutti i suoi giocattoli :-).
Per questa torta mi avevano chiesto solo 3 personaggi e 1 piano ma io sono sempre quella che mi piace fare le cose per benino e come dico io e allora mi sono fatta prendere un pò la mano facendo più del dovuto :-).
Cavolo, solo per Dotty, ho impiegato una giornata!!!
Comunque, dopo tanto lavoro, posso ritenermi molto soddisfatta :-).
Ma eccola


i leggins stampati :-)



gli utensili di Dotty


Bianchina


la borsetta con tutti gli utensili per la cura dei giocattoli di Dotty


Hally


Draghetto


Nevino


lo stetoscopio (noooo, me lo ha dovuto dire la mia principessa come si chiama sto coso :-))


e lei, Dotty, la piccola dottoressa con la passione di curare i giocattoli :-)







E' stato davvero divertente fare questo personaggio, molto ricco di spunti....ma poi, conoscendo la bimba a cui era rivolta non potevo non fare una torta bella almeno la metà :-)
guardatela.....un sorriso stupendo!!


Bellissima!!!

P.S. Per chi pensasse che la testa sia venuta troppo grande.....no, lei è proprio così :-)


E dopo la dottoressa sarà la volta di.......alla prossima :-)

martedì 1 luglio 2014

Funghi con rosa di carpaccio



Ma vi è mai successo di esser sicuri di aver postato una ricetta e invece, poi, quando la cercate, proprio non la trovate?? Voi direte, vabbè, sicuro che ti ricordi male.....noooo, perchè son sicura di averla fatta pure vedere a qualcuno, credo una delle mie sorelle o mia nipote, dal suo cellulare :-/.
E' più probabile che ricordi male io, che ricordi di averla postata e invece no, che ricordi di averla fatta vedere nel cellulare a qualcuno e invece non è così o è più probabile che sia scomparsa dal mio blog???
A voi è mai successo??? Oppure, vi ricordate per caso di averla già vista??
Non mi capacito della cosa....che tristezza se così fosse....e se ne mancassero di altre e non me ne sono manco accorta?? Con tante ricette postate, più di 600 come faccio a verificare :-/.
Comunque, eccola.....meno male che era una ricetta semplice, se fosse stato un dolce chi l'avrebbe più ricordato gli ingredienti e le dosi!! :-). 


INGREDIENTI
funghi freschi
fettine di manzo per carpaccio
olio
sale
limone
prezzemolo
rucola
scaglie di parmigiano
aglio
pepe

Mescolare il limone con l'olio e il sale e irrorare bene le fette di carpaccio e farle riposare per un paio di ore.
Pulire i funghi con uno strofinaccio, levare la pelle esterna, condirli con un battuto di olio, sale, pepe e prezzemolo e metterli in forno finchè si saranno appassiti ma rimarranno ancora croccanti.
Prendere una fetta di carpaccio, piagarla e poi girarla fino a formare una specie di roma e adagiarla sopra il fungo.
Servire con le scaglie di parmigiano.



Una ricetta semplice e fresca per le vostre cene estive se siete a dieta :-) o per un antipasto.

mercoledì 25 giugno 2014

Spaghetti con zucchina fritta e ricotta salata: un raggio di sole



Ci sono dei periodi della tua vita in cui, nonostante tu sei solare e positiva, ti ritrovi a veder tutto nero. 
Ti giri intorno è vedi la crisi che incombe e che dura da anni, magari perchè vedi gente a casa senza lavoro, vedi negozi chiudere, magari vedi anche tuo marito in ferie forzate o altro. Poi esci perchè le tue bimbe vogliono stare un pò all'aperto e ti ritrovi a dover andare in un unico spazio, chiamiamolo verde, in cui, in 20 metri quadri, sopra un tappeto verde impolverato, c'è uno scivolo con un'altalena un pò pericolante, incorporata dove bambini di un paese di 10.000 anime, devono stare per poter giocare un pò all'aperto.....e allora pensi: ma perchè sto ancora qui?? Cosa mi spinge, che futuro sto dando alle mie figlie?? E ti rattristi, vedi davvero tutto nero.
Poi, invece, capita che, il giorno dopo, tuo suocero ti da 2 belle zucchine coltivate nel suo orticello e un amico ti da una forma di ricotta salata al forno fatta da lui, vai a casa e prepari uno dei piatti più semplici ma più buoni che hai mai mangiato con 4 semplici ingredienti: pasta, rigorosamente a km 0 del pastificio Tomasello del tuo paese, zucchina di tuo suocero, ricotta del tuo amico Totò, olio extravergine di oliva, anch'esso di produzione suocero. Già impiattarla diventa un rito, poì la guardi, l'odori e poi la gusti....non ci sono parole, in quel piatto ci sono tutte le risposte a quelle domande che ti eri posta il giorno prima, in quel piatto c'è tutto l'amore per cui sai che non lascerai mai quel posto, forse solo se veramente non hai più nulla. 
Poi, se ci metti pure che, finito quel piatto, ti prepari la borsa, ti metti il costume, prendi la moto e con le tue bambine te ne vai a mare, a 2 minuti da casa. E se lungo il tragitto, ti fermi a salutare e parlare con 10 persone e, una volta arrivati a mare, ti intrattieni con altrettante 10...bhè, allora hai trovato altre risposte a quella domanda sempre del giorno prima e allora tutto ti è chiaro, anche il cielo si fa più luminoso e il sole risplende, compri pure dei fiori perchè hai deciso che non è troppo tardi per abbellire quel giardinetto che non aveva visto la primavera.
Ecco, forse è questa la nostra forza, la forza di noi siciliani la troviamo proprio in tutto quello che ci circonda, ecco perchè noi andiamo sempre avanti e sempre con il sorriso in bocca, ecco perchè, nonostante tutto, nonostante non c'è nulla che vada bene, noi ci lamentiamo ma non ci abbattiamo, noi abbiamo l'arte di saperci arrangiare :-).

INGREDIENTI
Zucchina
olio
ricotta salata
spaghetti

Pelare la zucchina, affettarla e friggerla in olio di oliva. Una volta fritta riponetela in un piatto lasciando nella padella l'olio.


le ricotte al forno del mio amico Totò 


Scolare la pasta e maneggiatela un pò nella padella con l'olio, aggiungendo un pò di brodo di cottura de vedete che si asciuga troppo.
Servitela nel piatto, conditela con la zucchina e una bella manciata di ricotta salata!



Veramente un piatto semplicissimo ma di una bontà stupefacente....io adoro questo primo!!

lunedì 23 giugno 2014

Treccione con crema pasticcera e gocce di cioccolato


Che bell'inizio di settimana, non credete??!!
E si, oggi è lunedì, oltretutto un lunedì che mi lascia alle spalle una settimana pesante e stressante :-): casa da sistemare dopo una settimana di impegni di torte, saggio delle mie bimbe, il caldo che incombe....insomma, per aprire una settimana che si spera, sia più rilassante della precedente, ci voleva, sicuramente, un dolce risveglio e quale modo più dolce di un bel cappuccino e un treccione fatto in casa??
E allora cominciamo la settimana in questo modo!!
Per fare questo treccione ho usato il mio, anzi, del mitico Papum, quello delle colombine, che ormai uso per tanti preparati.

INGREDIENTI
impasto delle colombine
crema pasticcera
gocce di cioccolato
albume d'uovo per spennellare
granelli di zucchero
zucchero a velo

Preparare l'impasto e far lievitare come nel link. Una volta fatta la prima lievitazione, stendere l'impasto in tre strisce di uguale misura e coprire con uno strato sottile di crema pasticcera e una bella manciata di gocce di cioccolato. Arrotolare le strisce e formare una bella treccia.


Mettere la treccia nella teglia da plum cake, coprire con una coperta di lana e far lievitare ancora fino a che è raddoppiata. 
Spennellare con l'albume sbattuto e mettere sopra la granella di zucchero.
Infornare a 200° fino a che è ben doratà.
Far raffreddare e servire o tiepida o fredda con dello zucchero a velo sopra.


Ed ecco questa meraviglia......vorrei far colazione sempre in questo modo....altro che cereali :-)



Spero di avervi addolcito un pò la giornata :-)
Alla prossima!!

martedì 17 giugno 2014

Torta Violetta e sweet table a tema


La cosa più stimolante che mi può capitare nel fare le torte è quando mi chiedono di fare qualcosa di cui non conosco assolutamente il soggetto o, peggio ancora, quando mi fa pure antipatia.
Mi è successo con Peppa Pig, con Hello Kitty e tanti altri.
Certo è facile fare una torta con un  personaggio che ti è congeniale, che conosci bene, il difficile è farne una con un personaggio di cui sconosci tutto o che, la sua ossessione che tutti hanno, ti sembra inspiegabile ed eccessiva.
Ed ecco che mi è successo anche per questa, conoscevo Violetta di fama ma è proprio la sua fama ormai invadente che me la rendeva insopportabile. Ma poi ti chiedono di farci una torta per una bimba di 7 anni e allora che fai??? Hai sempre detto alle tue bimbe che non era il caso di vedersi questo telefilm....una che ha 2 ragazzi.....che esempio può dare :-) e invece, ad un tratto.....guardiamoci Violetta....: ma come, mamma???
E tra un episodio ed un altro ed una sbirciata su internet alle torte a tema in giro, ecco il risultato


la chitarra


il microfono, completamente edibile e super goloso


le cuffie che non potevano mancare


e il famoso diario segreto....quello ce l'ha anche la mia principessa :-)





ed ecco lo sweeet table al completo


i biscotti decorati



i cake pops fatte con i residui di una colomba pasquale :)
(stendiamo un velo pietoso sul loro colore :-/)


le ciambelline che non possono mai mancare


i coni  con la meringa riempiti con cioccolattini e caramelle



e i cup cake al cioccolato fondente con una ganache al cioccolato bianco colorato


con i microfonini e le cuffie



e ora la festeggiata....felicissima per la sua torta della sua amata Violetta 



:-) quel microfono non lo voleva proprio mangiare :-). Quando le ho detto che non l'avrebbe potuto conservare perchè era fatto di ingredienti veri quasi c'è rimasta male...ma non l'ha fatto mangiare lo stesso :-)



e qui l'interno: della serie bellissima fuori ma molto molto golosa dentro!!
Si capisce quant'è morbida??? :-)


La più grande soddisfazione è stata vedere la faccia dei bambini, soprattutto della festeggiata e delle femminucce del vedere la torta e i dolcetti e ancora più grande nel vedere mangiare tutti, anche gli adulti quei dolcetti così colorati e sentire, in diretta, i loro complimenti. Una signora è venuta e mi ha detto: signora, complimenti, non me l'aspettavo che fossero anche così buoni! EVVAIIIII!!! :-)

E come al solito com'è finita??? Che mi sono divertita molto a cimentarmi in questa torta e......nooo, non mi costringete a dire che alla fine mi sta pure simpatica sta Violetta perchè tanto non lo farò mai, no!!!
:-)