mercoledì 20 luglio 2016

Filetti di merluzzo in agrodolce (in saor) al pistacchio



Buongiorno!! No, non sono sparita :-) ho solo avuto tanto fare e quando non l'ho avuto, ho avuto tanta voglia di.....non far nulla!!!
Vabbè ma poi passa e....nell'attesa, ecco questo buonissimo piatto!!
Da noi in Sicilia la cucina in agrodolce è un classico. Poi, invece, ho scoperto che quello che per noi è un classico, appunto, della cucina, lo è anche per la cucina veneziana, solo che da noi si chiama in agrodolce, al nord....in saor :-), ma alla fine sempre la siamo!! E' proprio vero che in cucina le distanze si accorciano! 
Questa volta, però, anzicche le classiche sarde, ho voluto provare con il merluzzo e il pistacchio: davvero ottimo!

INGREDIENTI
Filetti di merluzzo
farina di pistacchio
cipolla bianca
mezzo bicchiere di aceto
1 cucchiaio di zucchero
passolina e pinoli

Passare i filetti di merluzzo nella farina di pistacchio e friggerli in una padella con un poco di olio.
Tagliare la cipolla e soffriggerla con olio a fuoco lento. A cottura quasi ultimata, aggiungere la passolina ammollata e strizzata, i pinoli tostati e l'aceto in cui avrete fatto sciogliere lo zucchero, alzate la fiamma e fate evaporare.
Una volta cotto, versare la cipolla sui filetti si merluzzo. lasciare raffreddare e mettere in frigo.
Servire freddo anche il giorno dopo ;-).






martedì 28 giugno 2016

C'era una volta.....la merenda di nonna!

Non so voi, ma io ho già una certa età (47 anni è già una certa età, vero??? :-)) e quando ero bambina, mi capitava spesso di passare i pomeriggi dalla mia nonnina, Pippina,  dove amavo andare soprattutto perché c'era mia zia Pina che mi coccolava.
Loro erano sarte: amavo stare li, con le loro "ragazze" che lavorano a quei bellissimi abiti. Me li ricordo benissimo, sempre con ago e filo in mano, il gesso per gessare il modello sulla stoffa, la riga, il forbicione per tagliare e la macchina da cucire quando già il vestito era  stato"ncimatu" e a me, quando ero un po' più grandetta, mi facevano proprio levare i "ncimi" :-).
Ricordo tutto di quegli anni passati dalla nonna e zia: gli ambulanti che passavano da quella strada centrale che gridavano, tutte le persone che, uscendo dalla chiesa, passavano a salutare nonna, i bambini che con i loro "carruzzuna" scendevano da quella strada in discesa, le chiacchiere con la vicina di casa, le prime uscite da sola che zia mi faceva fare "pi gghiri a surbizzu" :-).... io, che vivevo in un appartamento di un palazzo fuori paese, adoravo tutto questo.
Ma la cosa che ricordo con più affetto è la merenda che mi preparavano: se andavo da loro la mattina perché magari facevo finta di avere la febbre :-), ricordo il latte che zia mi faceva bere nella bottiglietta verde dell'azzusa (gazzosa), mentre il pomeriggio mi preparavano o il pane con l'oli, o con lo zucchero o con la famosa frittatina (che a dire il vero, era anche il pezzo forte di mamma).
Quando proprio era una giornata "si", forse quando consegnavano un vestito, mi si accordava, d'estate un gelato comprato proprio nel bar di fronte "nno bigghiuolu", in inverno, invece, mi davano i soldini e mi compravo una vaschetta di nutella di quelle monouso :-), na "spatunedda", come li chiamavamo in paese, visto che si andava avanti a forza di "nciuri" (soprannomi) tramandati da generazione in generazione :-), comunque, dicevo, quella vaschettina di nutella me la spalmavano in un intero panino....praticamente una "leccata" come usiamo dire :-).
Oggi, ho capito che ci sono bambini che non hanno mai mangiato pane con l'olio e non amano neanche la frittatina come merenda perché sono abituati alle merendine.
Io, invece, ho cercato di abituarle a tutto, anche a questi, al pane con pomodoro, carote e alla frutta, sia per la colazione portata a scuola sia quella da fare a casa il pomeriggio.
Direte voi: e tutto stu romanzo per cosa?? :-) Perché con una mia amica, abbiamo pensato proprio di organizzare una festa di compleanno riportando i bambini, a fargli mangiare proprio le vecchie merende delle nostre nonne..
Abbiamo preparando:
Panini con frattatine semplici e con zucchinette fresche di orto
panini ai cereali con pomodoro fresco e lattuga
pane con olio
frutta e......le vecchie e sempre buone torte della nonna realizzate dalla nostra amica Rita.

Devo dire che i bambini quando hanno visto che non c'erano ne patatine ne popcorns, li ho visti alquanto spaesati :-) e ancora di più quando hanno trovato solo acqua e succhi freschi anzicchè la coca cola, ma si sono subito accomodati, felici della loro cassettina con quelle stranezze da mangiare sul prato :-).
Alla fine hanno mangiato tutto :-)












La mia amica Sonia e Rita



E per i grandi.....un piccolo aperitivo con sangria, pane tostato con formaggi stagionati e marmellate fatte in casa, pane con pomodorini e moouse di ricotta e pane con fichi, formaggi e miele.










Grazie di aver letto tutto, spero :-) e alla prossima!!! :-) 

sabato 25 giugno 2016

Sweet table Cenerentola



Buon sabato a tutti!!
Oggi ....dolcetti!! Adoro lavorare in queste cose, mi sembra di tornare bambina e soprattutto adoro farlo perchè le mie bimbe, anche loro, amano aiutarmi a fare queste cose e loro stesse mi illuminano sul tema, essendo molto più esperte di me :-).
Questo tavolo è stato il frutto di  una bellissima collaborazione con una mia cugina brasiliana: se c'è una cosa che ho capito, conoscendo due brasiliane, che loro tengono ancora più di noi italiane, ad organizzare feste e compleanni. Praticamente lavorano mesi a questi eventi, creando di tutto e di più con le loro mani e con la loro fantasia. Ana, in questo è bravissima, ma non lo è altrettanto a fare dolci, allora mi ha chiesto di colmare questo lato :-) creando qualcosa di bello :-).
In questo l'avevo già aiutata lo scorso anno, facendo le rose a quella naked cake, vi ricordate??
Ma eccovi i miei dolcetti







Grande Ana per tutto quello che hai fatto, un compleanno proprio da fiaba, per il tuo principino e la tua principessa!! :-)
Io ho realizzato solo i dolcetti, tutto il resto, del tavolo è opera di Ana, mi dispiace non potervi far vedere anche tutto il resto che ha realizzato, dagli inviti alla torta di carta, alla carrozza, ai regalini finali per i bambini, il tutto a tema!! 

martedì 14 giugno 2016

Cheese cake di fragole e Oreo



Buona estate a tutti!!! Qui il caldo è ufficialmente cominciato! E quindi voglia di accendere il forno zero.
Allora che si fa?? Una cheese cake fredda, ovviamente.
Lo so che avevo già postato un altra versione ma questa è diventata ufficialmente la mia preferita: una base di oreo bella croccante, uno strato di mousee alla vaniglia e uno alle fragole con una bella colata di gelatina....buona e fresca, ne mangerei a quintali.
E' come quella che ho preparato alla nutella, ha come base la crema inglese.
Ma ecco la ricetta

INGREDIENTI

Per la base
300 g biscotti Oreo
70 g  burro fuso

Per la crema
6 tuorli
60 gr di zucchero
300 ml di latte intero
un baccello di vaniglia
400 ml di panna
250 di mascarpone
250gr di philadelphia
90gr di gelatina in polvere Fabbri (o 16 gr di colla di pesce) ma vi consiglio quella in polvere Fabbri perchè da una consistenza meravigliosa alla mousse ;-)

3 vaschette di fragola
Per la GELATINA

3 vaschette di fragola
40 gr gelatina in polvere


Per la base
Frullare gli Oreo  ed aggiungere il burro fuso.
Con il composto, foderare la base della tortiera, compattando bene con un cucchiaio e mettere in frigo.

Lavare le fragole e affettarne un pò. Aggiungere un pò di zucchero e farle riposare per 10 minuti. Mettere un foglio di acetato a rivestire il bordo della tortiera e sistemare le fragole affettate.

Per le creme
Riscaldare il latte intero con il baccello di vaniglia dentro e farlo riposare. Montare bene i 6 rossi d'uovo con  lo zucchero fino a quando diventano chiari e spumosi e aggiungere lentamente il latte tiepido. Mettere la crema sul fuoco basso  e mescolare continuamente fino a quando si addenserà un pò e comincia a bollire, ma solo ai bordi e la crema deve velare il cucchiaio di legno (qui è complicato, attenzione a non farla impazzire!!!!!! se sbagliate la cottura rischiate di far separare le uova dal latte, se avete un termometro da cucina, assicuratevi che la temperatura non superi i 82°). Levare subito dal fuoco e versatela in un contenitore freddo per evitare che continui la cottura. Aggiungere 60 gr di polvere addensante. 
Montare un pò il mascarpone e la philadelfia e aggiungere alla crema raffreddata. 
Montare la panna abbastanza morbida e aggiungere alla crema.
Dividere il composto, quello che lascerete bianco mettetene un pò più  e mettere sopra la base di Oreo.  Mettere in congelatore per far rapprendere.
Frullare le fragole rimaste con un pò di zucchero e aggiungerne una parte alla crema bianca  rimasta.  Aggiungere gli altri 30 gr di gelatina in polvere.
Mettere la crema così ottenuta sopra quella alla vaniglia. Se volete, potete mettere prima qualche pezzetto di fragola.
rimettere in congelatore.

Per la gelatina

Scaldare le fragole frullate rimaste, aggiungere altro zucchero e aggiungere circa 40gr di gelatina in polvere.

Fare raffreddare un pò la gelatina e colarla sopra la torta con ancora il cerchio e mettere in frigo.

Una volta rappresa, potrete levare il cerchio e decorare a piacere.



Una vera delizia!!

La fetta :-)



Alla prossima e buona estate a tutti voi!! :-)

lunedì 6 giugno 2016

Torta ballerina e dolcetti a tema


Buon lunedì!!! Oggi voglio cominciare con dolcezza la settimana, magari sarà di buon auspicio!!! :-)
Questa è la torta che mi ha fatto fare la mia amica per la sua bimba, nonchè compagnetta della mia piccolina, amante del ballo. Mi sono proprio innamorata di questa piccola ballerina che è nata dalle mie manine :-) ma la cosa più bella è stata vedere la faccia della piccola Chiara quando ha visto la torta: ha spalancato gli occhi e la bocca e aveva un sorriso meraviglioso, questa è la parte più bella del mio lavoro, vedere le facce dei piccoli destinatari di queste torte :-).




E qui i dolcetti abbinati batti a sei mani: le mie e quelle delle mie bimbe :-)


i cake pops


i muffins


i marshmallow ballerini


con  delle collaboratrici come loro come si fa a perdere!!! :-) 




Amori mieiiiii!!!!!! :-)

venerdì 3 giugno 2016

Buffet con finger food per il piccolo Carlo!!

Buon lunedi!! E siamo a giugno!! Cavolo, sembra che l'inverno non ci sia proprio stato e forse è per questo che non mi sembra vero che è già giugno, che è già tempo di vacanze, che è già tempo di mare!!
Oggi, anche se è già passato qualche mese, vi voglio far vedere il buffet che ho preparato per un'amica...che meravigliaaa, non dico il mio buffet, che, per me è una meraviglia ma è un'opinione del tutto poco oggettiva detta da me stessa :-), ma meraviglia intendo l'averlo preparato. Adoro cucinare e credo che, voi che mi leggere sempre e da anni, lo abbiate capito, ma adoro proprio far questo, adoro i buffet e adoro i finger food, adoro pensarli, prepararli, uno per uno :-).
Ma eccolo, grazie tante a Chiara per la fiducia e soprattutto per la bella preparazione che ha fatto per rendere tutto più bello!!

Il tavolo con i finger food









il buffet freddo, manca la zucca con il filetto


e lo sweet table con la torta che già vi avevo fatto vedere





Alla prossima!!!