lunedì 20 luglio 2015

Noodles in brodo di pollo o ramen di pollo??



Quante volte avete visto negli scaffali dei supermercati quei bicchieri di carta con degli strani spaghetti in foto e vi siete chiesti che porcheria mai fosse :-). E dite la verità, quante volte siete state tentate??
Ebbene, io che sono molto curiosa, ogni volta che li vedo avrei la tentazione di prenderli, giusto per capire, ma la mia repulsione verso tutti i cibi preparati in scatola e, soprattutto, verso quelli liofilizzati, ha avuto, fortunatamente, dico io :), la meglio!!
Adoro scoprire cibi nuovi, soprattutto quando si tratta di cibi davvero lontani dalla nostra tradizione....alle volte penso che, la mia fama di viaggiare è dovuta anche alla voglia di scoprire non solo nuovi posti belli, nuove culture, ma anche nuovi sapori.
Ma, la dove non si può, visto che l'oriente mi manca assolutamente dai miei viaggi e, visto che come vanno le cose :-/ :-), trovo difficile che io, prossimamente, possa fare uno di questi viaggi, avendo la voglia matta di fare un incontro ravvicinato con questo piatto orientale, ho deciso di farmelo da me.
Non è facile riproporre un piatto i cui ingredienti non fanno parte del territorio nazionale ma, soprattutto, non è facile riproporre un piatto che non hai mai assaggiato!! Su cosa ti basi?? sBèh sulle ricerche fatte su internet, su foto viste, su ricette lette di qua e di la.
Due sono le cose, anzi, direi tre:
1. Riesci a riprodurre il piatto che sembra davvero verosimile ma scopri che proprio non ti piace;
2. Non riesci proprio a dare concretezza a quanto volevi fare;
3. Riesci a riprodurre il piatto ma ti viene così buono che hai paura che quello davanti a te sia un piatto occidentale e nulla a a che fare con la cultura culinaria orientale visto che, pensi, solo la cucina europea può essere così buona!! :-)

Ecco, io credo di avere fatto un piatto dal punto 3....mi è venuto così buono che quasi ho paura che non sia quello originale!! :-) Però, in effetti....i sapori orientali, alcuni, ci sono!!
Comunque, questa è la mia versione dei Noodles o, se ho capito bene, questo piatto fatto così, si chiama "ramen", ossia un brodo molto gustoso al cui interno vengono cotti, appunto, i noodles che altro non è che una tipica "pasta" a base di farina e acqua o anche uova, tirata tipo spaghetti o tagliolini.
La mia versione è con il pollo, rigorosamente ruspante.

INGREDIENTI
Per il brodo
1 pollo ruspante
cipolla tonda bianca
carote
sedano
pomodoro maturo
pepe in grani

Per la zuppa
200gr di noodles
fagiolina
mais
salsa di soia
lime
zenzero fresco
erba cipollina
peperoncino
semi di lino

Procedere con il fare il brodo con il pollo.
Pulire il pollo, se lo volete poco grasso, levare tutta la pelle e metterlo in un grande tegame assieme ad acqua fredda, cipolla bianca intera, carote a rondelle, sedano, pepe in grani e pomodoro sodo ma maturo e far cuocere. A metà cottura circa aggiungere anche la fagiolina.
Una volta cotto il pollo filtrare il brodo, metterlo in un altro tegame e tuffarci i noodles. A cottura quasi ultimata, dare una bella grattugiata di zenzero, premere 1 lime e grattugiarci anche la buccia e aggiungere una bella quantità di salsa di soia.
Una volta cotti i noodles, impiattare, aggiungendo un  pò di carote recuperate dal brodo, un pò di cipolla e la parte di pollo a straccetti che preferite (io ho messo la sovracoscia). Finire con il mais, la fagiolina, l'erba cipollina, rondelline di gambi di cipolla scalogna, peperoncino e dei semi di lino che avrete precedentemente tostato (solitamente si usano i semi di sesamo ma io ho voluto cambiare ;-)).
Che dire....ora vi mancano solo le bacchette!!! :-)


Che dire...squisiti!!! E le mie bimbe si sono pure divertite a mangiare con le bacchette :-) fino a che, la piccola, quando ha capito che perdeva troppo tempo, ha preferito la forchetta :-)





mercoledì 8 luglio 2015

Funghi ripieni di insalata si bulgur e quinoa



Buongiorno!!! fa anche caldo da voi?? Vabbè, noi ci siamo abituati!! :-)
E quindi, oggi, un piatto fresco e sano adatto alla linea :-)!!
E chi la detto che per mangiare sano, o quando si è a dieta,  bisogna limitarsi a mettere una triste insalata di riso o normale nel piatto!! :-) E' bellissimo, soprattutto quando si è a dieta, dedicare qualche minuto in più alla preparazione del piatto e soprattutto al suo impiattamento.....quando ci si ciba anche con gli occhi ci si sente più sazi!! :-)
Ed ecco un piatto molto estivo, fresco e molto "sano" :-)


Ingredienti
Bulgur e quinoa rossa
pomodorini datterini
zucchine genovesi
funghi
radicchio
pinoli tostati
capperi di pantelleria sotto sale
mais
Mettere a bollire il bulgur e la quinoa rossa e scolarla al dente. Aggiungere pochissimo olio.
Tagliare per lungo le zucchine e arrostirle e condirle leggermente con un battuto di olio e limone. Pulire i funghi, spruzzare con un pò di olio, condirli con un pò di sale e metterli al forno ad appassire assieme ai gambi che avrete staccato.
Frullare grossolanamente le zucchine con i gambi dei funghi e l capperi dissalati precedentemente. Unire la polpa ottenuta al bulgur e quinoa e mescolare bene (questo vi permetterà di avere una base morbida e ben amalgamata senza bisogno di usare troppo olio o salse varie).
Unire ill mais, i pomodorini tagliati piccoli, il radicchio e finire con i pinoli tostati.
Davvero ottimi ;-)




Alla prossima!!! E buona estate a tutti ;-)

lunedì 29 giugno 2015

Torta Principessa Sofia



Ecco, lo sapevo che prima o poi mi sarei dovuta trovare a quattroccchi con lei, ne ero certa che prima o poi mi sarei dovuta cimentare :-).
Devo dire che era proprio la torta che avrebbe voluto la mia piccola per il suo ultimo compleanno, anzi, lei voleva il castello con tutta la principessa :-), poi gli eventi hanno voluto che io non potessi :-( e ora mi è toccato per una dolcissima bimba, Diletta.
Devo dire che mi ha fatto penare un pò, ma alla fine, mi sembra che io ce l'abbia fatta ;-).
Ed ecco la "mia" principessa Sofia, in tutta la sua imponenza 



scusate le foto non perfette ma non mi funziona più la messa a fuoco automatica e ...."siccome che sono cecata" come diceva la Marchesini :-), quella manuale non e che mi riesca bene!! :-(




principessa Sissi...ti ho tanto odiato per farti!! :-)
Si vede bene l'amuleto?? no perchè le mie bimbe  fino a che non l'hanno visto: mamma ma l'amuleto magico non lo fai?? Non mi può sfuggire nulla con loro :-)




La cosa più bella: leggere il giorno dopo un messaggio da parte della mamma che avevamo fatto un figurone, bella ma altrettanto buona :-)!! Grazie Vanessa :-)

martedì 23 giugno 2015

Cilindretto di Panna cotta alle fragoline e Gelatina in polvere Fabbri



Oggi vi voglio parlare di una delle mie più grandi soddisfazioni relativa alla mia vita da foodbloger :-), devo dire che è già da un pò che devo farlo, ma gli impegni mi hanno rallentato con le pubblicazioni :-).
Tutto è iniziato da quel bellissimo contest che la Fabbri organizzo: inventare delle ricette con le loro meravigliose amarene; che dire, io che ero convinta che le amarene Fabbri non mi piacessero, non so neanche come mai mi ero convinta di questo,  io che, invece, me ne sono innamorata perdutamente tanto che alla fine, creando creando ricette, quel contest lo vinsi grazie alla mia ricetta della quaglie ripiene, vi ricordate quando vi scrissi della telefonata?? Eccola
Ma, evidentemente, le mie ricette colpirono positivamente  la Fabbri tanto che mi chiesero di diventare loro blogger, mandandomi dei campioni da testare.
Ma poi ci fu un'altra grande e bellissima soddisfazione quando la Fabbri mi chiese di fare un paio di ricette salate da cocktail con le loro amarene....vederle pubblicate nel loro libricino che accompagnava la confezione è stata davvero emozionante.
Da lì a poco arrivò anche la bellissima notizia che sarei diventata la loro blogger ufficiale, io, insieme a Chiara Maci, che stimo tantissimo di sorelleinpentola.com o a Sigrid Verbert, del blog stupendo, cavolettodibruxelles.it e alle altre 2 grandi....già questo non mi sembrava vero.
Ma la più grande emozione, per me, è stata quando mi hanno chiesto di provare un nuovo prodotto, una gelatina in polvere, ancora non in commercio. Mi sono innamorata così tanto di questo meraviglioso prodotto che ho cominciato a creare, a produrre ricette e, ovviamente, a fotografare...che poi, è la mia seconda grande passione, dopo la cucina.
Io che, fino ad allora, avevo provato l'agar agar ma non mi aveva per nulla soddisfatto, usavo la colla di pesce, ma la resa non è mai stata quella che volevo io, trovarmi davanti questo splendido prodotto, non mi è sembrato vero: finalmente avevo un prodotto che addensava come volevo io, lasciando la consistenza cremosa e non "collosa" che più mi piace, una meraviglia, proprio quello che avrei sempre voluto!!
E, la cosa più bella è stata che le mie ricette e le mie foto, sono piaciute così tanto alla Fabbri che hanno deciso di usarle per la pubblicazione del libricino che accompagna il prodotto: una confezione davvero elegante che, già da quella, si capisce la meraviglia del prodotto.
Il ricettario è venuto davvero bellissimo: più di 30 ricette, con descrizione e foto finale, dalle bavaresi, alla panna cotta, dai budini alle cheese cake, insomma delle vere "leccornie di Danita" tutte inedite, pensate, create e fotografate da me, che potrete leggere e provare comprando il prodotto.
E oggi, per farvi venire voglia di provare questo splendido prodotto, vi posto una delle ricette del libricino, ma ecco il prodotto.
Non è stato facile decidere con quale ricetta presentare il mio ricettario, avrei voluto presentare, per l'amore verso la mia terra, la "Millefogli di cannolo" ricetta di cui vado molto fiera, ma non è molto adatta a questa stagione, allora posto questa visto la presenza di uno degli ingredienti che più amo in questa stagione:


Cilindretto di Panna cotta alle fragoline

INGREDIENTI
Panna cotta con fragoline di bosco 
250ml di panna
latte 100 ml
250 gr di fragoline frullata
zucchero q.b (circa 50 gr)
45 g di Gelatina in Polvere Fabbri

Scaldare il latte fino a 60°, aggiungere la Gelatina in Polvere mescolando e lasciare raffreddare. Aggiungere la frutta frullata e la panna semimontata mescolando. 
E ora seguite la descrizione come nella foto :-)



Ecco la confezione con il libricino delle ricette


questa che vedete è un'altra delle ricette che potrete trovare


Che gioia vedere il mio nome :-)


Ecco la ricetta



Ed ecco un anticipo di un'altra ricetta :-)


Che dire, un prodotto che vi consiglio vivamente, se lo userete una volta, direte addio alla colla di pesce e ai vari addensanti in commercio e non ne potrete più fare a meno, come è successo a me. Ho creduto da subito a questo prodotto, altrimenti, credetemi, non mi sarei in nessun modo cimentata al suo utilizzo.
Ma devo dire soprattutto grazie FABBRI per avermi dato tutta questa fiducia, mi sento davvero onorata!!!

Alla prossima!!

giovedì 18 giugno 2015

Pasta con i ricci: sapori di Sicilia




Questa è una delle mie paste preferite, se non la preferita :-).
L'adoro, letteralmente, quando la mangio mi sembra di essere come in quella pubblicità della mozzarella quando quella la mangia piano piano, tipo moviola, per assaporarla :-).
E dire che è una pasta con pochissimi ingredienti, pochi ma buoni e soprattutto, devono essere freschissimi, ovviamente i ricci devono ancora muoversi e quando si aprono, devi sentirci proprio l'odore del mare, ma l'odore bello, quello che vorresti sentire tutte le mattine, alzandoti con il sole splendente, praticamente è l'odore della nostra bellissima isola :-).
Però sembra facile ma non è proprio così: tante volte ho ordinato pasta con i ricci al ristorante e ne sono stata profondamente delusa, tranne in un ristorante a Taormina, davvero impeccabili: una volta te li danno congelati pur dicendoti che erano freschi (mi son sentita dire, alla mia osservazione: si ma signora quando li abbiamo congelati erano freschissimi!!), tante volte sono pochissimi, alle volte si sente troppo l'aglio e una volta, addirittura, me li hanno dati con i pomodorini, dicendomi che a molti il sapore dei ricci sembra troppo forte...ma daaiiii :-).
Poi, la cosa che più mi piace è fare questa pasta non comprando il bicchierino con i ricci già puliti, no, a me piace comprarli interi, tagliarli da me, recuperare il sughetto buono (succhiare il cosino che esce dalla calotta che taglio con le forbici) e recuperare i spicchietti come se fosse oro prezioso!! :-) Del resto, per fare un buon piatto di pasta con i ricci, almeno come piace a me, bello pieno :-),  devi comprarne almeno 30!!
Ed ecco la mia pasta con l'oro rosso di sicilia, dico io!! :-)

INGREDIENTI
ricci
aglio
spaghetti di buona marca
prezzemolo (se si vuole, io non l'ho messo)

Tagliare al centro i ricci con le forbici, recuperare l'acqua mettendola da parte. Levare la parte nera e recuperare gli spicchi.
In una padella, soffriggere leggermente uno spicchio di aglio in camicia e buttarci dentro la pasta ancora al dentissimo. Maneggiare bene e scuotere la pasta. Aggiungere l'acqua che avevate messo da parte (ecco anche perchè mi piace che me li apro da me) dei ricci (se non ce l'avete usate l'acqua della pasta) e maneggiare ancora fino a che sarà cotta ma al dente (a me piace così) in modo da creare quel bel sughetto cremoso. Spegnere il fuoco e aggiungere la metà della polpa di ricci e mescolare delicatamente. Impiattare la pasta e mettere sopra la restante polpa.
Ed eccoli, sublimi






mercoledì 10 giugno 2015

La prima comunione della mia principessa in tema shabby chic



Sembra ieri, quando i miei occhi si sono incontrati per la prima volta con i tuoi, quando per la prima volta mi hai abbracciata e mi hai chiamata "mamma"... un momento, un'emozione indescrivibile e indimenticabile.
Oggi, invece, sembra che sei cresciuta in un attimo, sarà il tuo nuovo taglio di capelli, sarà il tuo orologio al polso, sarà il cellulare in mano (regalo che io assolutamente non volevo....tutta colpa di zia Patty :-( :-) ), sarà che in effetti gli anni passano, ma ti guardo e mi sembri fatta proprio grande: fino ieri ti vedevo bambina e ora....comincio a vederti più come una piccola ragazzina :-).
E anche questo momento è arrivato, uno delle più importanti tappe della tua vita e mi hai regalato una fortissima emozione nel vederti li, vestita di bianco, con le mani giunte, cantando la canzoncina.
E ovviamente, mamma e papà, non potevano che cercare di darti il meglio per questa giornata.....ricordo che quando dissi a papà: "Tommy...vorrei che mi realizzassi un carrettino per la comunione della principessa" mi aspettavo che lui mi facesse mille problemi e invece... :-) ma quanto ci abbiamo lavorato, un lavoro a 8 mani, tutta la famiglia :-). Che ricordo bellissimo di te con i pennelli....e quando hai capito come realizzare l'effetto "shabby chic" ti sei messa li, a fare la base per il tuo carrettino :-): ecco, noi siamo anche questo.....litighiamo molto ma poi....siamo davvero troppo simili :-) e ci ritroviamo a fare assieme le stesse cose perchè amiamo le stesse cose e perchè amiamo farli assieme e ci divertiamo :-). T.A.T.T.T.T.T.T. :-)
Non so quando ti capiterà di leggere questo post, non so neanche se lo farai, ma sicuramente si, magari quando sarai grande e vorrai far vedere ai tuoi bimbi la tua prima comunione :-). ecco, questo lo abbiamo fatto per te!! :-)



ma quanto sei bella!!! :-)




Per cominciare ecco il nostro carrettino, con "i cuppitelli di simenza" :-) che poi abbiamo dovuto entrare per Fulmini e saette :-) (Eccolo il carrettino...grazie Stany per le ruote ;-))


i coppettini fatti da noi dentro le cassette della frutta sempre in stile shabby ;-)


i tavoli con i segna posto



le lanternine centrotavola fatte insieme :-)



i menu




e i segna posto di biscotto al miele






 e poi il carrettino si è trasformato in....dolcezza...pieno di leccornie :-)



e tu, con il tuo bel vestitino, di zia Patty, della sua comunione di 45 anni fa :-) creato da nonna Maria e cucito da zia Pina




Ed ecco tutte le leccornie
Le cheese cake a pois con cuore di fragole



le ciambelline dentro le valigette decorate da me ;-)


i macarons rustici


i finti :-) distributori di... confetti fatti da me e i coni per contenerli a pois


i muffins al cioccolato






i biscotti al miele con il pizzo ;-)


e gli alberelli di marshmallow 



e qui i nostri invitati






e ovviamente non potevamo non mettere anche le foto di quello he ha preparato zia Laura nel suo locale stupendo, che consigliamo a tutti "Lamagia dei Sapori", grazie zia Laura e zio Giovanni per tutto ;-)







zia Anna che prepara "il cuppitello" :-) a zio Vito


la torta con la bimbina come la volevi tu :-) con le mani conserte e la coroncina








e la gioia dei regali :-)



il taglio della torta


e anche la sorellina ha avuto sul suo bel regalo da zia Patty :-)


le bomboniere fatte insieme per gli invitati



ecco la bomboniera che poi diventa un piccolo contenitore per il cucito con tanto di cupoletta porta spilli ;-)



Proprio la pasta con carciofi, salsiccia e ricotta, a zia Patty non è piaciuta!!! :-)
Grazie anche a zia Patty


Grazie anche a nonna per il vestitino che custodiva gelosamente!! :-)


le bomboniere fatte in casa, per i non invitati, con i barattolini degli omogenizzati :-) (grazie Betty)
 

e il momento magico....le lanternine volanti a forma di cuorcino....che andavano dalla nonna Franca :-)


 Una giornata davvero bellissima e piena di emozioni, grazie per la gioia che mi dai!! Lo dico sempre, io, tu avresti potuto avere 10.000 mamme migliori di me, è vero, invece io e papà siamo stati davvero tanto tanto fortunati ad avere voi!! Si ma.....a pensarci bene...con una come te che ferma ci sai stare solo di notte...e neanche :-)... dove la trovavi una mamma che a 4 anni ti faceva fare e lavorare la pasta di zucchero, che a 5 anni ti insegnava a fare le borsette con la colla a caldo (ma attenta!!) :-) che a 9 ti metteva un pennello in mano e ti insegnava a fare la tecnica dello shabby chic :-)...perchè noi siamo una forza insieme!! :-) E' proprio vero il detto: Dio li fa e poi li accoppia e forse Dio, quando ha creato te, avrà pensato che dovevi proprio stare con noi!! :-)