sabato 28 maggio 2016

Bavette alla carbonare e favette



Buongiorno mondo!!! E' da un pò che non scrivo, ma ho avuto davvero parecchi impegni, soprattutto culinari e di questo ne sono davvero felice!! :-)
Oggi, prima che finisca il tempo, vi propongo questa versione davvero buona, della pasta alla carbonara, ma non la versione di mio papà :-), ve la ricordate?? (eccola), questa dovrebbe essere la vera, con guanciale e tuorli d'uovo ma con l'aggiunta di favette fresche.
Ecco

INGREDIENTI
Spaghetti
guanciale
tuorli
parmigiano o se volete del pecorino romano ancora meglio
sale-pepe
favette fresche

Calare la pasta in acqua bollente e cuocere.
In una padella scaldare l'olio e tuffarci il guanciale tagliato sottile (a me piace così)  e farlo andare fino a che diventa traslucido. Scolare la pasta al dente (lasciate un pò di brodo di cottura) e maneggiare nella padella con il guanciale e le favette. Aggiungere un pò di acqua di cottura e smuovere bene la padella fino a che si forma una bella cremina dovuta agli amidi rilasciati dalla pasta. Unire il formaggio grattugiato e il pepe e maneggiare ancora. A parte sbattere bene i tuorli delle uova, spegnere il fuoco e unire alla pasta mescolando bene fino a che si forma una bella cremina. Servire immediatamente



Ma che bontà!!!!!
Alla prossima!!! :-)

mercoledì 11 maggio 2016

Carpaccio di gambero rosso con granella di olive secche


Buongiorno!!! Oggi mi sento così....un pò chef!! :-) Alle volte è vero...mi sa che guardo troppi programmi di cucina e poi voglio riproporre quello che, purtroppo, non posso mangiare andando in ristoranti di un certo livello. 
Si perchè, non so voi, ma una volta che arrivano i bambini, in una casa, vuoi o non vuoi, o non si va più a mangiare fuori, o comunque molto meno e quando si va, si finisce sempre per andare a mangiare una pizza!! .-)
Per carità, non voglio disprezzarla, io adoro la pizza, ma vuoi mettere un bel piatto di alta cucina, di quelli che devi mangiare lentamente, molto lentamente, perchè ogni boccone ti costa 10 euro??!! :-) :-) 
Vabbè allora oggi, visto che Leonardo, sempre lui, il mio pescivendolo di fiducia, aveva questo bel gambero rosso e io mi fido solo di lui per mangiare il pesce crudo, mi son fatta sto piattino niente male.
A dire il vero il piatto l'ho un pò copiato da uno che avevo visto nella trasmissione, che peraltro adoro, di Alessandro Borghese, 4 ristoranti, ma solo come estetica e per il fatto che era carpaccio, poi me lo sono taroccata a mio piacimento .-).
Ed eccolo!!

INGREDIENTI per persona
6-8 gamberi rossi
olive salate dolci
pepe rosa e verde in salamoia
finocchi (se non è tempo, misticanza di stagione)
sale aromatizzato al prezzemolo e lime
fiori di tarassaco
limone
olio

Per prima cosa denocciolare le olive, tagliarle a meta e metterle in forno a 100°. Appena saranno abbastanza secche, tritarle al mixer e rimetterle in forno, a 90° fini a che si sarà asciugato e frullarle nuovamente.
Pulire il gambero e metterlo dentro una busta e schiacciarlo delicatamente con il batticarne, dandogli la forma che vorrete.
Tenere il carpaccio così ottenuto per un'oretta in frigo (anche una mezz'oretta in congelatore se volete.
Pulire il finocchio e affettarlo sottilmente. Condire con un battuto di olio e limone.
Preparare il piatto, levare il carpaccio dal frigo e staccare il foglio superiore della busta, adagiare nel piatto e levare l'altra parte.
Con il nebulizzatore, se l'avete, irrorare con poco olio.
Adagiare al centro l'insalatina di finocchio, spolverare con del sale aromatizzato alla zafferano e peperoncino.
Finire il piatto con la granella di olive nere, il pepe rosa e verde e qualche fogliolina di tarassaco.
Spolverare con del sale aromatizzato al prezzemolo e lime e, se volete, qualche goccia di limone.





lunedì 9 maggio 2016

Torta prima comunione Tiffany

 
Buon inizio settimana!!
Oggi voglio iniziare con la mia prima torta di comunione della stagione, magari sarà anche l'ultima :-), ma eccola qui ;-).
Praticamente è quasi una fotocopia di una che avevo già fatto, solo cambia il colore e il topper, ma la bambina se ne era innamorata e anche se non amo ripetere le torte già fatte, ho dovuto cedere.....ma almeno ho aggiunto la bambina :-)
Buona settimana a tutti!!
 






mercoledì 4 maggio 2016

Anelletti al forno con sparacelli (broccoletti) e salsiccia


Buongiorno!!! Ma siete ormai tutti su facebook??? :-) Mi sembra proprio che i blog cominciano a perdere un pò di colpi per dar spazio alle varie pagine di cucina create su facebook, vero?? :-/ :-)
Vabbè tutto è moda.
Io continuo, però, il mio diario culinario non lo abbandono!! :-)
Oggi, anellette con sparacelli e salsiccia, una delle paste al forno preferite dalla mia famiglia :-). 
Solitamente, in Sicilia, nello specifico, nel palermitano, con questo formato di pasta si fa la cosi detta "pasta o fuinu" :-), ma io ci faccio anche altri condimenti, oggi è il turno di questa :-)

INGREDIENTI
anelette
sparacelli (o broccoletti)
filetti di acciuga
salsiccia
aglio
cipollotto
parmigiano
primo sale o altro formaggio fondente
pangrattato
burro

In un tegame far bollire gli sparacelli.
In una pentola capiente rosolare a fuoco vivace la salsiccia a cui avrete levato la pelle con un pò di olio. Appena sara ben dorata all'esterno, mettetela da parte.
Nella stessa padella soffriggere leggermente il cipolotto e uno spicchio di aglio in camicia. 
Appena gli sparacelli saranno cotti ma ancora un pò al dente, prenderli con un colino e buttarli nella padella dove avete fatto soffriggere il cipollotto.
Mescolare bene e far insaporire il tutto. Appena è ben amalgamato, far sciogliere i filetti di acciuga e aggiungete la salsiccia che avevate messo da parte.
Nell'acqua di cottura dei broccoletti, cuocere la pasta.
Scolarla ben al dente e metterla nella padella e maneggiare bene. aggiungere il parmigiano e un pò di acqua di cottura.
Prendere una teglia e mettere uno strato di questa pasta condita, coprire con delle fette di primo sale e fare un altro strato.
Cospargere il tutto con del pangrattato e finire con ciuffetti di burro.
Infornare a 180° finoa  che si sarà formata una bella crosticina sopra.

Ed eccoli belli filanti!!




Potete prepararla il giorno prima e infornarla 15 minuti prima di mangiarla ;-)

martedì 26 aprile 2016

Vellutata di sedano rapa con calamaro


E chi si ferma più dopo aver scoperto questo ingrediente!! E la cosa più sorprendente è che crudo ha il sapore del sedano anche se molto più delicato, mentre cotto ti stupisce perché ha tutt'altro gusto e molto più delicato.
Questa volta, un piatto caldo, di quelli che scaldano il corpo ma anche l'anima :-) .
Ma ecco la mia ricetta per 1 porzione

INGREDIENTI
250 GR di sedano
200 GR di patate
Brodo vegetale (carote, cipolla, pomodoro)
Cipolla scalogna
Semi di papavero
Calamaro
Pane raffermo

Tagliare sia il sedano rapa che le patate a dadini e metterli un po al microonde per velocizzare.
In un tegame mettere la cipolla scalogna tritata, soffriggerla e aggiungere la patata e il sedano.
Cucinare un po girando spesse, aggiungere il brodo e finire la cottura.
Nel frattempo pulire il calamaro e arrostirlo in forno. Se volete, lo potete fare fritto che sicuramente ci starà meglio ma per la linea meglio di no :-).
Prendere il pane raffermo e bagnarlo per farlo ammorbidire, affettarlo e metterlo in forno a tostare.
Quando il sedano sarà cotto frullare con un minipiner e, se è necessario, aggiungere altro brodo in modo che venga una crema vellutata.
Servire con il calamaro affettato, semi di papavero tostati, il pane tostato e, se volete, la scorza di arancia per dare un po di freschezza.
Una vellutata davvero buonissima, dal sapore delicato ma gustoso e dalla consistenza cremosa.






mercoledì 20 aprile 2016

La mia zuppa di pesce



Buongiornooo!!! Che tempo fa da voi?? Qui, come già da un pò, estate in pieno, o quasi :-).
E quindi, voglia di mare e il mare cosa vi fa pensare se non una bella, bellissima....appunto, zuppa di pesce!!! .-)
Era da un pò che volevo farla e quando sono entrato da Leonardo, il mio pescivendolo di fiducia, ed ho visto tutto stu ben di Dio, ho pensato che quello era il momento giusto!! :-)
Ecco la mia versione bella ricca!!!

INGREDIENTI
Pesce per brodo
1 piccola rana pescatrice
vongole
lumache di mare
cicale
seppie
cipolla scalogna
aglio
pomodorini
prezzemolo sale-pepe-olio

Soffriggere leggermente la cipolla e l'aglio e tuffarci le vongole e le lumache. Appena le vongole si saranno aperte tirarle fuori assieme alle lumache. Aggiungere il pomodorino tagliato in 4 e far cuocere. Appena sarà abbastanza cotto, aggiungere le cicale di mare lavate a cui avrete tagliato, con delle forbici, le spine laterali e le seppie tagliate a listarelle.
Appena saranno un pò soffritte, aggiungere del brodo caldo e tutto il resto del pesce.
Aggiungere il prezzemolo a cottura ultimata, le vongole e le lumache e il pepe macinato fresco.
Servire con del pane tostato.




Una vera delizia e la cosa  fantastica è stata vedere la mia piccola che, con un guscio delle vongole, si beveva il sughetto!! :-) 
Ho speso un bel pò per questa zuppa ma ne valeva la pena e per ottimizzare i costi, con il sughetto rimasto ci ho fatto la pastina in brodo per la cena: della serie, economia domestica...ahhh se non fosse per noi mamme e casalinghe italiane....come potremmo campare in quest'Italia allo sbando!!!
Un bacio dalla vostra Danita!!!

martedì 12 aprile 2016

Muffins capovolti ripieni con stampo Lidl


E potevo farmi mancare questo stampo??? Ma manco per niente!! E soprattutto ora, che mi son fatta un armadio a muro bello capiente, in cucina, potevo non comprarmelo??
Già mio marito mi ha detto che, una volta riempito anche questo, non ci sarà più via di scampo: o buttare qualcosa o cambiare casa!! :-)
Stavo per non comprarlo, sto stampo (io controllo sempre le offerte di cucina della Lidl), non mi convinceva, poi, invece, ho visto quello che veniva fuori e mi è piaciuto tanto, ma già l'offerta era finita da più di una settimana e non pensavo mai di poterlo ancora trovare. Ho mandato Tommaso e lui lo ha trovato con la copertina rotta sotto una pila di vestiti!! Era proprio destinato a me!! :-)
E allora subito provato, con l'impasto che uso per fare i muffins, una ricetta di Misya leggermente modificata, soprattuto l'ho usata perchè mi scocciava usare robot, ken o cose varie :-).
Non so se è l'impasto adatto per questo stampo, forse no perchè è gonfiato troppo verso l'alto, ma io ho tagliato la calotta che fuoriusciva ed è venuto perfetto ;-).
Quindi ecco i miei muffins ripieni ;-)

INGREDIENTI
100 gr di farina 00 
100gr di amido di frumento o di patate
60 gr di cacao
220 gr di zucchero
mezza bustina di lievito
150ml di latte
2 uova
60gr di burro
100gr di gocce di cioccolato (facoltativi)

Per la farcitura
panna
fragoline


Mescolare le uova con il latte e il burro fuso.

A parte mescolare la farina , lo zucchero, il cacao e il lievito.

Versare gli ingredienti liquidi su quelli secchi e amalgamare l’impasto con un cucchiaio di legno e aggiungere le gocce di cioccolato.
Imburrare lo stampo (io uso la bomboletta che è fantastica) e riempire fino a 2/3 lo stampo e forse anche meno, infornare a 180° fino a cottura con prova stecchino.
Per decorarli ho montato la panna e ho aggiunto fragoline e amarene Fabbri, ma vi potete sbizzarire come meglio credete ;-).
Ed eccoli!!!






Mi dispiace non avere la foto del taglio a metà dove si vede la bella farcitura fino quasi al fondo ;-): stampo promosso a pieni voti ;-).
Poi proverò anche qualche ricetta classica non al cacao ;-)
Ma ecco lo stampo e i muffins prima della farcitura.....scusate le foto :-(