martedì 26 aprile 2016

Vellutata di sedano rapa con calamaro


E chi si ferma più dopo aver scoperto questo ingrediente!! E la cosa più sorprendente è che crudo ha il sapore del sedano anche se molto più delicato, mentre cotto ti stupisce perché ha tutt'altro gusto e molto più delicato.
Questa volta, un piatto caldo, di quelli che scaldano il corpo ma anche l'anima :-) .
Ma ecco la mia ricetta per 1 porzione

INGREDIENTI
250 GR di sedano
200 GR di patate
Brodo vegetale (carote, cipolla, pomodoro)
Cipolla scalogna
Semi di papavero
Calamaro
Pane raffermo

Tagliare sia il sedano rapa che le patate a dadini e metterli un po al microonde per velocizzare.
In un tegame mettere la cipolla scalogna tritata, soffriggerla e aggiungere la patata e il sedano.
Cucinare un po girando spesse, aggiungere il brodo e finire la cottura.
Nel frattempo pulire il calamaro e arrostirlo in forno. Se volete, lo potete fare fritto che sicuramente ci starà meglio ma per la linea meglio di no :-).
Prendere il pane raffermo e bagnarlo per farlo ammorbidire, affettarlo e metterlo in forno a tostare.
Quando il sedano sarà cotto frullare con un minipiner e, se è necessario, aggiungere altro brodo in modo che venga una crema vellutata.
Servire con il calamaro affettato, semi di papavero tostati, il pane tostato e, se volete, la scorza di arancia per dare un po di freschezza.
Una vellutata davvero buonissima, dal sapore delicato ma gustoso e dalla consistenza cremosa.






mercoledì 20 aprile 2016

La mia zuppa di pesce



Buongiornooo!!! Che tempo fa da voi?? Qui, come già da un pò, estate in pieno, o quasi :-).
E quindi, voglia di mare e il mare cosa vi fa pensare se non una bella, bellissima....appunto, zuppa di pesce!!! .-)
Era da un pò che volevo farla e quando sono entrato da Leonardo, il mio pescivendolo di fiducia, ed ho visto tutto stu ben di Dio, ho pensato che quello era il momento giusto!! :-)
Ecco la mia versione bella ricca!!!

INGREDIENTI
Pesce per brodo
1 piccola rana pescatrice
vongole
lumache di mare
cicale
seppie
cipolla scalogna
aglio
pomodorini
prezzemolo sale-pepe-olio

Soffriggere leggermente la cipolla e l'aglio e tuffarci le vongole e le lumache. Appena le vongole si saranno aperte tirarle fuori assieme alle lumache. Aggiungere il pomodorino tagliato in 4 e far cuocere. Appena sarà abbastanza cotto, aggiungere le cicale di mare lavate a cui avrete tagliato, con delle forbici, le spine laterali e le seppie tagliate a listarelle.
Appena saranno un pò soffritte, aggiungere del brodo caldo e tutto il resto del pesce.
Aggiungere il prezzemolo a cottura ultimata, le vongole e le lumache e il pepe macinato fresco.
Servire con del pane tostato.




Una vera delizia e la cosa  fantastica è stata vedere la mia piccola che, con un guscio delle vongole, si beveva il sughetto!! :-) 
Ho speso un bel pò per questa zuppa ma ne valeva la pena e per ottimizzare i costi, con il sughetto rimasto ci ho fatto la pastina in brodo per la cena: della serie, economia domestica...ahhh se non fosse per noi mamme e casalinghe italiane....come potremmo campare in quest'Italia allo sbando!!!
Un bacio dalla vostra Danita!!!

martedì 12 aprile 2016

Muffins capovolti ripieni con stampo Lidl


E potevo farmi mancare questo stampo??? Ma manco per niente!! E soprattutto ora, che mi son fatta un armadio a muro bello capiente, in cucina, potevo non comprarmelo??
Già mio marito mi ha detto che, una volta riempito anche questo, non ci sarà più via di scampo: o buttare qualcosa o cambiare casa!! :-)
Stavo per non comprarlo, sto stampo (io controllo sempre le offerte di cucina della Lidl), non mi convinceva, poi, invece, ho visto quello che veniva fuori e mi è piaciuto tanto, ma già l'offerta era finita da più di una settimana e non pensavo mai di poterlo ancora trovare. Ho mandato Tommaso e lui lo ha trovato con la copertina rotta sotto una pila di vestiti!! Era proprio destinato a me!! :-)
E allora subito provato, con l'impasto che uso per fare i muffins, una ricetta di Misya leggermente modificata, soprattuto l'ho usata perchè mi scocciava usare robot, ken o cose varie :-).
Non so se è l'impasto adatto per questo stampo, forse no perchè è gonfiato troppo verso l'alto, ma io ho tagliato la calotta che fuoriusciva ed è venuto perfetto ;-).
Quindi ecco i miei muffins ripieni ;-)

INGREDIENTI
100 gr di farina 00 
100gr di amido di frumento o di patate
60 gr di cacao
220 gr di zucchero
mezza bustina di lievito
150ml di latte
2 uova
60gr di burro
100gr di gocce di cioccolato (facoltativi)

Per la farcitura
panna
fragoline


Mescolare le uova con il latte e il burro fuso.

A parte mescolare la farina , lo zucchero, il cacao e il lievito.

Versare gli ingredienti liquidi su quelli secchi e amalgamare l’impasto con un cucchiaio di legno e aggiungere le gocce di cioccolato.
Imburrare lo stampo (io uso la bomboletta che è fantastica) e riempire fino a 2/3 lo stampo e forse anche meno, infornare a 180° fino a cottura con prova stecchino.
Per decorarli ho montato la panna e ho aggiunto fragoline e amarene Fabbri, ma vi potete sbizzarire come meglio credete ;-).
Ed eccoli!!!






Mi dispiace non avere la foto del taglio a metà dove si vede la bella farcitura fino quasi al fondo ;-): stampo promosso a pieni voti ;-).
Poi proverò anche qualche ricetta classica non al cacao ;-)
Ma ecco lo stampo e i muffins prima della farcitura.....scusate le foto :-(




mercoledì 6 aprile 2016

Il mio pesto ai carciofi: Una prelibatezza





Avevo in mente di fare questo pesto ma aspettavo, francamente , che scendessero di prezzo :-) ieri li ho trovati a 30 centesimi (com'è lontano il tempo in cui ad aprile le trovavi a 100 lire ) e ho pensato bene di comprarli
ECCEZIONALE!!! ma come mai non ci ho pensato prima!!! è fantastico, molto, ma molto meglio di quello classico genovese (scusatemi genovesi )

IMPORTANTE: Continuate a leggere solo se avete un mortaio e solo se avete intensione di usarlo....se non vi và o non l'avete e vorreste usare il mixer, uscite subito da questo post, non è per voi è tassativamente d'obbligo usare il mortaio se no vi verrebbe una crema ai carciofi

INGREDIENTI
carciofi (io ne ho fatti 10 devono essere il più possibile teneri )
pinoli (circa 80 gr)
uno spicchi piccolo di aglio (potete anche ometterlo)
parmigiano (non l'ho pesato, ma abbondante )
circa 12 foglioline di mentuccia (io l'ho raccolta fresca dal mio giardinetto )
sale
olio ad occhio (abbondante)
1 limone

Lavare i carciofi, levare le foglie esterne più dure, non tirandole, ma piegandole su se stesse e lasciando però la parte tenera alla base e tagliare in obbliguo ( in modo che le foglie interne più tenere rimangono più lunghe, mentre quelle dure esterne più corte ) le punte, tagliarle a meta e levare la "barba"
Tagliare a spicchi piuttosto sottili e metterli nell'acqua acidulata, mettere pure qualche gambo ben pulito per dare ancora più sapore
Dopo un'oretta circa, scolateli bene e farli asciugare in uno strofinaccio.
Ora viene il bello
Mettere i carciofi nel mortaio assieme ai pinoli, il parmigiano a scaglie, il sale e l'aglio e munitevi di santa pazienza , aggiungere, dopo un pò l'olio e continuare. Lo so, non è semplice come per il pesto normale, ma ce la dovete fare per poi arrivare all'appagamento gustativo dei sensi Appena sarete arrivati a buon punto, aggiungete le foglioline di mentuccia, spezzate con le mani e il succo del limone (servirà a mantenere il colore chiaro)


Aggiungere, se è il caso, ancora olio e continuare fino a che non siete arrivati alla consistenza giusta.
Ed ecco il vostro pesto ai carciofi ma quant'è buono!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (diciamo che si è scurito lo stesso, ma che importa )
Io ci ho fatto degli strozzapreti idilliaci (ho maneggiato la pasta con il pesto fuori dal fuoco e ho aggiunto della ricotta salata ci sta una merviglia e delle bruschette e con quello rimasto ho riempito 5 bicchieri e l'ho congelato (ho messo delle fettine sottili di limone sopra ogni bicchierino )

Provatelo, visto che è stagione di carciofi e fatemi sapere se sono stata esagerata :-)


SECONDA VERSIONE 
Provate con prezzemolo, al posto della mentuccia, qualche scorzetta di limone e un pò di succo, stare benissimo come accompagnamento al pesce :-).



martedì 29 marzo 2016

Torta casetta uccellino 1 anno: shabby chic




Mi veniva da dire: Buon lunedì!! :-)
Passate bene le feste pasquali?? Tutto sommato io li ho passati bene, in famiglia e soprattutto, e ti pareva, dietro i fornelli, tra piatti portati in altri, pasquetta in casa e dolcetti :-).
Ora devo smaltire i 3 kg presi :-/.
Ma oggi, visto che è da un pò che non ne posto, ecco una torta in pasta di zucchero, giusto per addolcirci il rientro dopo le feste :-).
Una delle torti più dolci che ho fatto, mi è piaciuta davvero tanto, un pò effetto shabby chic ;-).
Questo è stato uno dei lavori più faticosi, non per la torta e i dolcetti, ma perchè assieme a queste leccornie, ho preparato anche un buffet per 30 persone, ma oggi son voluta partire dalla fine  :-). 








e i dolcetti a tema





lo sweet table con i miei dolcetti ma decorato dalla bravissima mamma del piccolo Carlo, grande Chiara!!!




 Anche per questa torta non voglio prendermi tutto il merito perchè per realizzarla mi sono ispirata a questa trovata su pinterest, quindi ringrazio la mia musa anche se non so chi sia :-)


blue bird birthday cake:

A presto con il resto!!! :-)

sabato 19 marzo 2016

Auguri a tutti i papà del mondo e a tutti i Giuseppe, Giuseppa!!

E come ogni anno, ecco le sfince di san Giuseppe!! In molte parti d'Italia, in questa giornata si fanno le zeppole, noi, facciamo queste!!! Una vera "leccornia" appunto :-).
Cliccare qui e trovate la ricetta ;-).




io e la mia principessa all'opera :-)


l'interno


venerdì 18 marzo 2016

Spaghetti con carciofi e pomodori secchi, su mousse di ricotta



Buongiorno!! Vi state preparando per la festa del papà e di San Giuseppe??
Cosa preparerete domani?? Io le sfince di san Giuseppe , il nostro dolce tipico di questa festa ma se ho tempo mi piacerebbe rifare le zeppole.
E proprio perchè ieri mia sorella mi ha dato della buonissima ricotta dal suo ristorante "Lamagia dei sapori" , per fare le sfince,  mi è venuto in mente di fare questo piatto, visto che avevo un paio di carciofi in frigo.
Un piatto davvero buonissimo, facile da fare e con ingredienti poveri ma di stagione.

INGREDIENTI
Carciofi
pomodori secchi
filetti di acciuga
cipolla scalogna
ricotta fresca di pecora
parmigiano
ricotta salata al forno (sempre regalatami da mia sorella :-))

Pulire i carciofi, come vi ho spiegato qui, soffriggere leggermente il cipollotto e mettere a cuocere i carciofi. A metà cottura aggiungere i pomodori secchi che avrete ammollato in acqua bollente, tagliati a julienne e fate sciogliere qualche acciuga giusto per insaporire il tutto.
Calare la pasta e quando è a metà cottura, tuffarla nella padella con i carciofi e mantecare muovendo bene la padella aggiungendo poco alla volta l'acqua di cottura della pasta. A cottura quasi ultimata aggiungere il parmigiano e il pepe fresco e finire di mantecare.
Con la frusta elettrica montare la ricotta con un pò di acqua di cottura della pasta e una goccia di olio e mettere alla base del piatto.
Finire con una grattuggiata di ricotta salata.
Una vera deluzia...anche le bimbe hanno apprezzato :-).