giovedì 27 aprile 2017

Spaghetti con ricotta e crema di foglie di sparacelli



E si, in tempo di crisi, solitamente, si evita di mangiare carne o pesce e ci si da alle verdure, è vero, a tempo di crisi non si butta via nulla, ma quando la crisi si trasforma in penuria più totale :-), allora si cerca di creare qualcosa anche con quello che una volta si buttava!
Ma la cosa più bella è che questo tempo di penuria ti fa scoprire cose nuove e quasi quasi si trasforma in opportunità....ossio, certo, preferirei non vivere la crisi e continuare a mangiare carne  epesce, andare in pizzeria ogni settimana e al ristorante 2 volte al mese, ma vabbè, accontentiamoci anche di queste....di un bel piatto ben riuscito con delle semplici foglie di scarto!!! :-)

INGREDIENTI
spaghetti
ricotta di pecora
ricotta salata al forno
foglie di sparavelli (broccoletti)
pinoli tostati 

Pulire gli sparacelli e bollirli in acqua salata.
Con gli sparacelli fate quello che volete :-) e qui ne trovare di ricette, mentre prendete le foglie e frullatele, aggiungendo un goccio di olio e tanta acqua di cottura quanto basta per avere la consistenza che più vi piace.
Cuocere la pasta, se volete nella stessa acqua degli sparacelli, scolarla e maneggiarla con la ricotta condita con un filo di olio e pepe.
Mettere alla base del piatto la vellutata di foglie di sparacelli, la pasta e finiste con i pinoli tostati in padella e una grattugiata di ricotta salata.

Devo dirvi che il piatto è davvero riuscito bene!




mercoledì 26 aprile 2017

Cosciotto di agnello delle feste!!



Scusateeeee subito per la foto non bellissima, ma questi sono i piatti delle feste, quelle che fai per il pranzo di Pasqua (come nel mio caso :-)) o nelle domeniche quando hai ospiti.
Ora, già la vita da foodblogger è difficile quando lo devi fare in famiglia, devi cercare di cucinare di giorno, in modo che la foto possa farla alla luce giusta, poi devi far aspettare i tuoi, perchè prima devi fare le 2.567 foto di rito :-).....ma chiederlo pure agli ospiti, e il giorno di festa e, oltretutto, con tutto il bel da fare che hai, no, a tutto c'è un limite!!! :-).
Ecco, allora spero che vi piaccia anche così, bello casareccio :-).
Questo è il modo più buono che io ho mangiato l'agnello, quindi ve lo consiglio di cuore :-)

INGREDIENTI
Coscia di agnello
Strutto
Mezzo specchietto d'aglio
Aromi freschi (salvia, rosmarino)
Limone 2
Pepe rosa
1 arancio
Sale grosso
Pan grattato
Pecorino

Pulire e asciugare bene le erbette. Tritare finemente con l'aglio e aggiungerli allo strutto.


Fare delle incisioni nel cosciotto, strofinare lo strutto e infilarlo con le erbette nelle incisioni e far riposare per ore. Io l'ho preparato la sera per il pranzo.


Mettere il cosciotto nella teglia e mettere in forno a 200°.  A metà cottura aggiungere il succo di 2 limoni e irrorare con il succo e grasso di cottura.


Girare e irrorare il cosciotto.
Preparare il pan grattato con la scorza dei 2 limoni e dell'arancio e aggiungere un po' di trito di rosmarino, di pepe rosa e di pecorino.
Quando il cosciotto sarà quasi cotto spolverare il cosciotto di pangrattato aromatizzato e infornare fino a che sarà ben dorato. Irrorare e sfornare.
nON CI SONO PAROLE....la crosticina che si forma sopra data dal pangrattato e il formaggio, la morbidezza dell'agnello, dovuta anche alla marinatura con lo strutto...isomma dovete provarlo per capire :-)
Poi vi diro come ho fatto, invece, le costolette ;-)


lunedì 24 aprile 2017

Il mio cassetto dei sogni!


Ed eccomi di nuovo qui!! E anche quest'avventura de "La prova del cuoco" è finita!
Che dire, di questa esperienza mi porto dietro la gioia di aver vissuto dal vivo ciò che avevo visto solo in TV, di aver fatto ciò che amo davvero fare con tutto il cuore, ossia cucinare, di aver conosciuto delle belle persone, soprattutto quelli dello staff e soprattutto Anna; mi porto dietro aver potuto conoscere meglio Roma, esser potuto stare con la mia principessa 4 giorni quasi tutti per noi :-) io e lei, ma soprattutto mi porto dietro aver conosciuto una famiglia speciale che mi ha accolto prima e ci ha accolto anche dopo, come una di loro, i miei amici di Roma. 
L'altra volta vi ho fatto la  crono storia giornaliera, questa volta tra impegni e la mia principessa che avevo con me, questa cosa non l'ho potuta fare. Vi posso dire che è stato divertente e che, in più, questa volta, ho gareggiato con una ragazzo davvero carino, simpatico, affettuoso e per bene con cui mi sono trovata benissimo e che mi ha permesso di vivere l'esperienza in maniera più serena e simpatica rispetto la volta scorsa.
Di contro, mi dispiace non avere avuto la possibilità di giocarmela al meglio come avrei voluto o forse, a questo punto, ci tenevo tanto poter andare avanti perchè in un momento un pò brutto sotto il profilo lavorativo, questo era un raggio di luce che vedevo potesse aiutarci.
Che dire, richiudo di nuovo quel famoso cassettino che già lo scorso anno credevo di poter aprire, un desiderio che mi porto da anni, relativo alla mia passione, ma i sogni sono belli anche per questo, no?? Perchè difficilmente si possono realizzare e tu ti godi il sogno stesso. 
Ma io lo tengo li, sempre, con la fiducia di, un giorno, poterlo realizzare, perchè nella vita possono toglierti tutto, ma non la voglia di sognare!!! Un bacio!!!!

giovedì 20 aprile 2017

E rieccomi!! La Prova del cuoco!!



Mi sono dimenticata, forse, un piccolo particolare?? ? 🤔🙄😏 maccheccavoloooooo, così presa dall'emozione, da tutti i preparativi, da mille pensieri che, l'ho scritto su facebook, instagram e.....ho scordato a scrivere qui: sono di nuovo alla prova del cuoco ☺😊!!
Si perché avendo vinto 4 puntate sono stata pipescata per il torneo degli 8 concorrenti che hanno vinto di più 😍
Quindi in questa settimana tutti a vedere la Prova del cuoco!!
Giusto per sapere martedì il punto è andato al mio avversario, Davide, un ragazzo davvero carino e simpatico 😊, ieri a me. Quindi, attualmente,  parità 🤗.
Allora a più tardi, alle 12 e alle 13 con la Prova dei cuochi.....pronti, partenza....via!!! 😚

lunedì 10 aprile 2017

Sweet table e torta drip cake, a tema: la laurea della mia bellissima nipotina!!





Ma chi se lo sarebbe aspettata, quella bambina che si innervosiva tanto quando le cose non andavano come voleva lei, quella bambina che buttò tutte le scatole della fabbrica a terra quando quella volta si arrabiò tanto perchè la mamma non la voleva fare andare al compleanno della compagnetta; quella bambina che ruppe il vetro della porta con un calcio....potesse diventara quella ragazza che è oggi, una ragazza acqua e sapone, dolcissima, con la testa sulle spalle, una ragazza di quella che la vedi è dici: ma che brava ragazza!! 
La nipote, la figlia, la sorella, l'amica che tutti vorrebbero avere!
Ero già orgogliosa di te a prescindere da questo, ma esserti laureata, tu, la prima in famiglia :-) e con 110 e lode, è stato davvero un grande regalo per noi, per tutta la famiglia, a cominciare da nonno che avrebbe tanto vedermi laureata, almeno ha visto una nipote :-).
Che emozione ci hai regalato, Gabry, con quale disinvoltura hai parlato, davanti la commissione, della tua tesi e quanta dolcezza ci metti nel tuo lavoro che già hai intrapreso durante il percorso universitario, sarai anche l'infermiera che tutti i malati vorrebbero avere :-).
Una volta, quando litigasti non la mamma, mi dicesti: zia, tu saresti la mamma migliore del mondo!
E io ti risposi che come mamma, sarei stata uguale alla tua, se non peggio e in effetti, come mamma sono davvero pesante e per nulla bravissima come potevi pensare tu, ma spero di essere stata una brava zia quando eri piccolina e ti sono stata vicina. Spero che i ricordi di noi che facevamo i lavoretti o che facevamo i biscotti o che andavamo in giro in moto o a vedere un cartone al cinema, ti facciano sempre compagnia.
Ti voglio tanto ma tanto bene. Si sempre così :-).
Ed ecco la mia nipotina....110 e lode di bellezza!! :-) 



ed ecco i dolcetti, tutto a tema crema, cioccolato e fruttu di bosco,
questi i muffins ripieni con crema e frutti di bosco


i cake pops a tocco al cioccolato


i macarons con ganache al cioccolato


la panna cotta su base di frolla 


i cucchiaini di cioccolato


la confettata nel nostro carrettino


e lei :-)






Da mamma spererei che le mie figlie mi facessero provare quest'emozione ma già mi hanno detto: mamma noi ci facciamo le scuole obbligatorie e basta!! :-) :-)