lunedì 25 febbraio 2013

Polpettine di mortadella



Oggi, lunedì......tutti i lunedì sono pesanti e brutti...è proprio dura alzarsi, ma oggi è un lunedì ancora più duro degli altri, si, moooolto duro perchè oggi, ho deciso, finalmente, che è arrivata l'ora di mettermi a dieta.
lo so, si dice sempre: "da lunedì comincio" e in effetti, è da 2 mesi che lo dico e non lo faccio.
Ma quando capisci che, stai comoda nei vestiti, solo perchè è da 1 mese che ti metti solo leggins elasticizzati e maglioni ampi ed eviti, incosciamente, ma non troppo, di mettere i pantaloni "a bottoni" e quando lo fai e proprio non riesci ad abbottonare quei bottoni, allora, vuol dire, che è arrivato il momento in cui non ne puoi fare più a meno :-(.
E allora si parte!!!
Ma credete che non vi posterò più ricette golose??? Ma certo che no!! Ne ho tante da postare e ne avrò ancora, perchè a dieta si, ma digiuna no!! :-) E poi, fare un piatto bello e goloso appena si raggiunge un obbiettivo è la cosa che ti spinge ancora di più a farcela.
E cominciamo con la prima ricetta archiviata che non aspettava altro di essere pubblicata. Vi ricordate i miei sandwich di mortadella?? Ve l'avevo detto o no che gli scarti non li avevo buttati?? Se c'è una cosa certa nella cucina di Danita :-), ossia, la mia, è che non si butta nulla, nessuno spreco di materia prima e nulla va a finire nella pattumiera, neanche quello che resta, tutto viene trasformato e reinventato in modo da sembrare un nuovo piatto pronto da gustare :-) (sarà mica per questo che devo perdere 10 kg??!! cavolettooo...per non dire altro!!! :-( ).
Ed ecco come ho usato gli scarti della ricetta sopra.....mica male!!!

INGREDIENTI
Versione cotolettamortadella (la mia era quella Avionblu)
pinoli
latte
provoletta
parmigiano
uovo
pangrattato
olio per fritti

versione croccante

mortadella
latte
provoletta
parmigiano
semi di sesamo (gigiulena)

Recuperare gli scarti della mortadella e frullarli con il mixer ad immersione, aggiungendo un pò di provoletta, parmigiano e del latte per avere la consistenza giusta. Aggiungere, in metà composto, i pinoli tostati in un padellino, formare delle palline e fare una doppia panatura, prima nell'uovo, nel pangrattato, nell'uovo e per finire nel pangrattato.


Dell'altra metà di composto, invece, formare le palline e passarle nei semi di sesamo.
Friggere in abbondante olio di semi e farli asciugare nella carta assorbente. 
Ed eccoli nel mio "cuppiteddu" di carta....anche un cibo da strada :-)






Davvero degli ottimi appetizer, adatti ad un aperitivo o come finger food in un buffet, ve li consiglio...ovviamente, quando non siete a dieta!!
E stadera?? Che si mangia??? Broccolo bollito....evvai!!! :-)

17 commenti:

  1. A dieta sì, ma mica digiuna è quello che cerco di far capire sempre alle mie pazienti (e anche in casa, a dire il vero): hanno tutti la costante idea che mettersi a dieta vuol dire per forza fare la fame e avere come massima botta di allegria due foglioline di insalata in croce accanto a un petto di pollo anemico.
    Certo, magari delle bontà come queste crocchette non te le puoi concedere sempre, ma ogni tanto lo sgarro alla regola è consentito, o no? ;)
    Buon pomeriggio e buona dieta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo!! Infatti, se vai nella mia sezione "Dieta e dintorni" lo capirai bene :-) Sei una nutrizionista o cosa?? :-)

      Elimina
    2. Perdonami, leggo solo ora la tua domanda :) Sono una dietista-nutrizionista :)

      Elimina
    3. E ora vado a sbirciare la tua sezione "Dieta e dintorni" ;)

      Elimina
    4. Mamma mia.....spero di aver scritto bene in quella sezione :-)
      Fammi sapere come ti sembrano le ricette, se bilanciate, se troppo caloriche o altro
      .
      Grazie

      Elimina
  2. Fare la dieta d'inverno è sempre difficile.. soprattutto perchè ti puoi ben infagottare in maglie ampie o vestiti a trapezio che nascondono le nostre parti critiche!
    Ma bisogna stare attente che ad eccedere poi si fa fatica doppia per tornare in forma e non è solo un fatto estetico.
    Detto ciò.. la tua ricetta è bellissima, poco costosa, massima resa ottimo godimento.. cosa chiedere di più!
    Buona settimana!
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo di riuscirci.....io, quando sto a dieta, sto meglio, perchè mangio sano e non mi appesantisco ;-)

      Elimina
  3. ciao! molto, molto bello e interessante il tuo blog, sicuramente un diario da cui trarre ispirazione! mi sono aggiunta ai tuoi follower, se ti va passa anche da me!
    ti aspetto:
    http://ildiariodellamiacucina.blogspot.it/

    http://letortedianna.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tante, ora verro anche da te ;-)

      Elimina
    2. Anna, non riesco a collegarmi ai tuoi link e neanche cliccando sul tuo nick :-/

      Elimina
  4. Ma che super polpette!! Un bacio Dani

    RispondiElimina
  5. Belle belle e belle!! Fanno venire l'acquolina in bocca! :P
    Sei come me, nemmeno io butto via nulla, invento e reinvento, recupero e trasformo e circa la dieta, chi non lo è in questo periodo? Ufffffaaaaaaaaa ... saranno mesi che non posso indossare i miei amati jeans :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, anche per me un paio di jeans sarebbe la meta ambita :-)

      Elimina
  6. Che meraviglia queste polpettine, te le copio di certo... brava, come sempre, sei tra le mie food blogger preferite!:-) in assoluto... baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wuauuu, ma grazie!!! :-)
      Fammi sapere ;-)

      Elimina
  7. Cara Daniela, appena provate tutte e due le versioni...un fitto mistero si è abbattuto nella mia cucina.
    Premetto ho usato olio extravergine di oliva, non avevo i pinoli ed ho usato le noci, come formaggio ho usato una scamorza non affumicata che nel frullatore ad immersione si è amalgamata per bene.
    La prima versione è venuta bene ho notato solo che girando la polpettina in cottura alcune tendevano ad aprirsi lasciando uscire il contenuto...sulle seconde disastro...qualcosa non mi torna...impasto troppo umido la padella deve essere di quelle dal fondo molto spesso...è stato l'olio...insomma appene immerse le polpettine hanno perso subito tutti i semi di sesamo e quindi nude come erano si stavano scigliendo...le ho salvate e servite al mio ignaro marito su di un cucchiaino...sapore buonissimo...ma il mistero si infittisce. In attesa di una tua illuminazione Ti mando un grande abbraccio. Manuela

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti!!